Si diceva appunto…

burqa

Volevo un attimo riepilogare la linea politica governativa, perlomeno quella che emerge ad uno sguardo semplice come il mio.

A questo punto mi pare chiaro che, per la coalizione di governo, sia più delinquente chi, per sue convinzioni/tradizioni, indossa il burqa piuttosto che coloro che per anni hanno portato capitali all’estero depredando questo Paese di ricchezze legittime, lasciando ad altri l’aggravio di tasse ed oneri per il funzionamento della macchina dello Stato. Oppure chi ha fatto della corruzione un esercizio istituzionale.

Ho capito giusto signor Cota?