- fiordisale - http://www.fiordisale.it -

alla ricerca della tellina perduta

Posted By fiordisale On lunedì 31 maggio 2010 @ 01:27 In crostacei&molluschi,senza categoria,zuppe | 12 Comments

In realtà avrei dovuto e potuto pubblicare un altro post, di una gitarella nei dintorni che magari vedrete a breve, però questo articolo mi ha completamente bloccato, rivoluzionandomi le intenzioni.
Insomma a quanto pare non potremo più gustare né telline e neanche le meravigliose fritture di pesce, la classica paranza per capirci, sottofondo estivo di ogni buongustaio. Lì per lì mi sono venute in mente tutte le estati della mia infanzia, quando coi miei fratelli, di prima mattina, andavamo sulla battigia a raccogliere le telline e non ci fermavamo finché il secchiello, il mio turchese con le conchigliette in rilievo, tra parentesi, non era pieno a trequarti. Quella sarebbe stata la nostra cena, per il sugo degli spaghetti,  perché quello era l’impegno settimanale che ci era stato assegnato da mio papà.

In realtà mio fratello grande un po’ imbrogliava perchè usava una specie di retina intelaiata ad una sorta di pseudo struttura tipo racchetta da tennis, perciò gli bastava poco per contribuire con la sua parte, l’altro fratello invece faceva di tutto per fare il lazzarone, con la speranza che noialtri sopperissimo alla sua indisciplinata negligenza. Le più appassionate alla vicenda eravamo io e mia sorella, ci faceva strano avere nelle nostre mani la possibilità di realizzare la cena, ci divertivamo da morire.

All’epoca il mare era (ancora) trasparente e raccogliere le telline era un bel gioco che durava tutta l’estate, mi fa sorridere che la commissione europea pensi di frantumare abitudini alimentari che sono parte integrante della nostra cultura mediterranea. E a proposito di commissione europea mi farebbe piacere sapere di cosa si sta occupando il ministro competente, perché questa decisione, laddove entrasse davvero in vigore il 1° giugno (cioè domani) penalizzerebbe solo e unicamente i paesi che si affacciano sul mediterraneo. Non voglio fare la maliziosa ma non sarà mica la Germania ad averla imposta? Eppoi che gli diamo da mangiare ai tedeschi che vengono qua alla ricerca della tellina perduta? E la paranza? Non riesco davvero ad immaginare un’estate senza frittura, sarebbe la prima della mia vita. É una situazione paradossale.

Per sottolineare il mio disagio, non avevo telline sottomano, ma un sacchetto di vongole, ma dopo il 1° giugno cercherò di procurarmele, a costo di andare in giro di nuovo col secchiello turchese ed anche rischiare la galera, domani tra parentesi, mi farò l’ultima frittura legale.

Zuppetta di vongole primavera

Ingredienti per 4

2 kg di vongole
2 cucchiai di olio evo
1 cucchiaino di coriandolo in polvere
½ cucchiaino di curcuma
1 chiodo di garofano
1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato
1 peperoncino
2 spicchi d’aglio
4 cipollotti affettati finemente
150 ml di latte di cocco
il succo di 1 lime
una manciata di rametti di prezzemolo

Mettere le vongole in una ciotla con dell’acqua per farle spurgare della sabbia, ricordando di cambiare l’acqua ogni tanto. Scaldare l’olio in in una pentola grande (o uno wok) su fuoco medio, aggiungere il coriandolo, la curcuma, il chiodo di garofano, lo zenzero e il peperoncino tritato. Unire l’aglio e i cipollotti e cuocere per un minuto mescolando, unire un bicchiere d’acqua e portare ad ebollizione.
Unire le vongole, coprire la pentola col coperchio e cuocere per 2 minuti o finché tutte le vongole non saranno aperte. Togliere la pentola dal fuoco ed estrarre le vongole lasciando in pentola solo il brodo, per farlo aiutatevi con una schiumarola si fa prima. Mentre togliete le vongole approfittatene per scartare quelle che non si sono aperte. Rimettere la pentola col brodo su fuoco medio ed incorporare il latte di cocco e il lime. Lasciare sobbollire per qualche minuto. Mettere le vongole in ciotole monoporzione e versare in ogni ciotola il brodo al lime, distribuire i rametti di prezzemolo e servire.

Related posts:

  1. L’odore della domenica (ovvero spaghetti golosi) L’odore del pane cotto nel forno a legna. L’odore...
  2. Della sinapsi e delle bricciole, storia semicomica L’incontro con la “madre” di questa ricetta è avvenuto...
  3. Zuppa di fagioli (quasi) alla brasileira Il vento ha spazzato via i nuvoloni carichi di...
  4. CIUPPIN (ovvero zuppetta di pesce alla genovese) Essì in effetti non parrebbe una brillante idea postare...
  5. Figli della medesima mesciùa Stavolta ho tradito la tradizionale mesciùa (*), la tipica...

Article printed from fiordisale: http://www.fiordisale.it

URL to article: http://www.fiordisale.it/2010/05/31/alla-ricerca-della-tellina-perduta/

Copyright © 2009 fiordisale. All rights reserved.