- fiordisale - http://www.fiordisale.it -

coccole riciclate

Posted By fiordisale On lunedì 6 dicembre 2010 @ 11:40 In dessert,piccola pasticceria | 10 Comments

Per carità non avevo nessuna intenzione di pubblicare un altro dolce ma tant’è, dopo averlo mangiato non ho potuto davvero farne a meno, un po’ per la simpatia, visto che adesso m’è presa la mania dei dolci monodose, e un po’ perchè quello che vedete è un avanzo. Si si avete letto bene, mica scherzo. La questione è che avevo preparato la crema per il tiramisù per degli amici che avrebbero dovuto venir giù dalla montagna, sennonché neve e maltempo hanno un po’ complicato le cose, perciò mi era rimasto il malloppo (già mezzo fatto) in frigo e lì per lì avevo anche pensato di usarlo ugualmente per il tiramisù classico, inclusi i savoiardi, fatto alla Montersino più o meno, ch’è quello che piace ai miei amici. Poi si sa, la notte (in genere) porta consiglio, e mi è venuto lo sghiribizzo di provare a convertire il vecchio tiramisù in questo formato biscottato e monodose. Il risultato è stato eccellente, dovrò tenerlo a mente più che altro perchè spesso il frigo è così pieno che faccio un po’ fatica a farci entrare il vassoio del dolce, invece in questo modo si risolve senza troppi patemi.
L’impasto del biscotto è quello di De Riso (lo ricordate?) e la crema è di Montersino, in pratica ho fatto un bel mescolamento tra i pasticceri che amo di più :-)
Le dosi della crema ovviamente non sono precisissime, proprio perchè era un avanzo riconvertito, a me ne è avanzata, perciò tenetevi su quantità più basse del 30%, oppure riciclatela, che con ‘sto freddo una coccola in più fa solo piacere!

tiramisù biscottato

Ingredienti (per circa 6-7 tiramisù)

una manciata di gocce di cioccolato amaro

Per i dischi alla nocciola
6 cucchiai di nocciole tostate e tritate finissime
6 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di farina
4 albumi
100 g di burro morbido

I biscotti sono frolle alla nocciola, la cosa un po’ diversa dal solito è l’uso degli albumi al posto dell’acqua fredda.

Mettere gli ingredienti nello stesso ordine che leggete e impastarli con la punta delle dita fino a quando non saranno amalgamati. Avvolgere l’impasto nella pellicola e farlo riposare in frigo (o fuori dal balcone, con questo freddo!).

Dopo almeno mezz’ora riprendere in mano l’impasto e stenderlo col mattarello, facendo attenzione di non farlo troppo sottile , 5 mm dovrebbero andare bene.

Usare un tagliabiscotti o quello che vi pare, io ho usato un bicchiere circonferenza 7, perchè i miei tagliabiscotti erano di misura 6 (troppo piccolo) e 8 (troppo grosso), ma si possono scegliere le misure che si ha voglia, prossima volta userò il 6 o addirittura il 5, perchè alla fin fine erano persino grossi.

Infornare a forno statico 180°C. per 15-20 minuti.
Dopo che i dischi saranno freddati, metterli in frigo fino al momento in cui si monteranno i dolcetti.

Per la crema del ripieno

Crema di base pastorizzata
175 g. di tuorli
340 g.di zucchero semolato
100 g. di acqua
1 baccello di vaniglia

Portare l’acqua e lo zucchero a 121° C (senza termometro calcolate un paio di minuti dopo il bollore) . A parte montare i tuorli.
Incorporare i tuorli semimontati con i semini di vaniglia mescolando bene .
Montare fino a che non si sarà freddata.

Crema tiramisù classica
450 g. base pastorizzata (cioè quella poco sopra)
500 g. mascarpone
500 g. panna

Montare con la frusta la base pastorizzata con il mascarpone fino a che non si sarà ottenuto un composto bello gonfio, unire la panna semimontata e mescolare con una spatola moooolto delicatamente. Far riposare in frigo per almeno mezz’ora prima di usarla.

Per il montaggio
Tirare fuori i dischi biscottati dal frigo e posizionare su ognuno la crema tiramisù, almeno un paio di centimetri di spessore, (ma nulla osta a farli più o meno ciccioni). Posizionare anche il secondo disco biscottato e far rotolare i dischi sul piatto con le gocce di ciocolato. In alternativa potreste metterle a mano, una alla volta ;-))  Se avete i dischetti di metallo potete usarli, altrimenti ritagliate delle strisce di carta forno, però la crema non è così fluida da dare problemi,  dovreste farcela anche senza usare effetti speciali. Per montare il tutto suggerisco di usare un piano, tipo la teglia del forno, da poter infilare in frigo ed evitare di  maneggiare il tiramisù più del necessario.
Una volta finiti i dischi di nocciola rimettere il tutto in frigo per freddare, Molto probabilmente vi avanzerà della crema, se avete qualche savoiardo sottomano…  Qualcuno suggerisce anche l’uso del freezer per velocizzare l’assemblaggio, ma io non ho provato per paura che mi si rovinasse il biscotto.

Related posts:

  1. Per il rotto della cuffia Con un ritardo che penso passerà alla storia riesco...
  2. Tiramisù all’orientale Questa era una mezza sfida con la la cuoca...
  3. Famolo strano (ovvero il Tiramisù di soia e orzo) Cosa c’è di meglio che cominciare la domenica preparando...
  4. Famolo Classico Raccolgo con gioia l’invito di Mariluna, cominciando proprio con...

Article printed from fiordisale: http://www.fiordisale.it

URL to article: http://www.fiordisale.it/2010/12/06/coccole-riciclate/

Copyright © 2009 fiordisale. All rights reserved.